GLOSSARIO

FACCIAMO CHIAREZZA!
VOCABOLARIO IN PILLOLE

SESSO

Fa riferimento alla natura biologica, viene assegnato alla nascita in base a cromosomi sessuali, ormoni, apparato genitale interno ed esterno e caratteristiche sessuali secondarie.

GENERE

Insieme di elementi psicologici, sociali e culturali che delineano la costruzione sociale della differenza biologica tra i sessi. Per esempio, all’interno della cultura occidentale viene associato il colore rosa al femminile, e il colore azzurro al maschile; o ancora lo svolgimento delle faccende domestiche viene associato al femminile, mentre il mondo dello sport al maschile.

IDENTITA SESSUALE

Insieme di elementi che ci definiscono in quanto esseri sessuati. È un termine ombrello che riunisce al suo interno le differenti componenti che la specificano: il sesso biologico, l’identità di genere, il ruolo di genere e l’orientamento sessuale.

IDENTITA DI GENERE

E’ un fattore interno alla persona e corrisponde al genere a cui una persona sente di appartenere. L’identità di genere non corrisponde necessariamente al sesso biologico. → In cosa ti riconosci? (Uomo o donna, sia uomo che donna, né uomo né donna, un genere alternativo)

ORIENTAMENTO SESSUALE

E’ definito dall’attrazione emotiva e sessuale che si sperimenta. Nei casi di identità di genere non conforming, questo aspetto può complessificarsi. → Chi ti piace?

RUOLO DI GENERE

Questo termine si riferisce alle aspettative sociali connesse all’essere maschi o femmine. Tali aspettative sono intrinsecamente connesse alla nostra cultura di appartenenza.

→ cosa ci si aspetta da un maschio? Cosa da una femmina? Quali comportamenti, abbigliamento, modi di presentarsi e gusti sono considerati “appropriati”?

ESPRESSIONI DI GENERE

Corrisponde al come si sceglie di rappresentare se stessi nella vita quotidiana.

→ Quali caratteristiche presenti al mondo? Come ti vesti? Come porti i capelli? Quali comportamenti adotti? Ognuno di questi è infatti ancora connesso ad una rappresentazione psico-sociale del genere: siamo perciò abituati a connettere gonna, trucco e capelli lunghi al femminile, mentre muscoli, rudezza e passione per il calcio li associamo al mondo maschile.

DISFORIA DI GENERE

Non riconoscersi nel proprio sesso biologico e/o nel genere ad esso associato. La persona con disforia di genere vive una disarmonia tra gli aspetti biologici e l’identità di genere. Spesso ha la consapevolezza di appartenere al genere opposto e di essere imprigionata in un corpo che non la rappresenta. La discrepanza tra le caratteristiche attribuite alla nascita e il genere percepito dalla persona può causare forte sofferenza, che può esprimersi in diversi modi: malessere generalizzato, isolamento sociale e anche possibile auto-ferimento. Trattare le problematiche legate all’identità di genere aiuta ad alleviare lo stato di preoccupazione, stress e sofferenza della persona.

COMING OUT

E’  un momento molto importante e delicato della vita delle persone LGBTQIA+. È infatti il momento in cui si sceglie di condividere il proprio orientamento sessuale e/o identità di genere con qualcun altro. È spesso liberatorio.

La persona appartenente al mondo LGBTQIA+ è esposta costantemente, in modo implicito o esplicito, alla decisione di dichiarare o meno il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere. La questione è complessa in quanto la scelta non è data una volta per tutte, ma in ogni contesto o relazione la persona deve scegliere se condividere o meno questa informazione. La persona si trova di fronte a due possibilità, ognuno con il proprio risvolto: può decidere di dichiararsi, ma ciò comporterebbe il rischio di non essere accettati e quindi subire delle conseguenze negative (pregiudizi e stigma); oppure la persona può non dichiararsi, evitando di imbattersi nel rifiuto, ma accettando di omettere dalla relazione una parte di sè.

OUTING

E’  alla stregua del pettegolezzo. Fare outing a qualcuno è infatti la “rivelazione” dell’orientamento sessuale e/o dell’identità di genere di una persona da parte di terzi, senza il consenso del dirett* interessat*. È considerata una pratica dannosa e poco rispettosa in quanto priva della libertà di svelare parti rilevanti di sé a persone scelte.

ETEROSESSISMO

Sistema culturale, sociale, ideologico che nega e denigra forme non eterosessuali di identità, comportamento, relazione e comunità.

OMOFOBIA

Insieme di atteggiamenti pregiudizievoli e discriminatori verso l’omosessualità e le persone omosessuali.

OMOFOBIA INTERIORIZZATA

Insieme di sentimenti e atteggiamenti negativi – dal disagio al disprezzo – che una persona non eterosessuale può provare, più o meno consapevolmente, nei confronti della propria e altrui sessualità, fino al punto di nutrire sentimenti negativi verso le persone LGBTQIA in generale.

TRANSFOBIA

Pregiudizio, paura e ostilità nei confronti delle persone transessuali e transgender.

LESBICA

Donna attratta da donne.

GAY

Uomo attratto da uomini.

BISESSUALE

La bisessualità definisce uno spettro di identità ed è la condizionedi coloro che riconoscono in sé la possibilità di essere attratti sessualmentee/o romanticamente da più di un sesso e/o genere.

PANSESSUALE

Pansessuale: è un termine che identifica persone che provano attrazioneverso individui indipendentemente dal loro sesso, genere o orientamento. Ciò implica l’inclusione di tutte le sfaccettature del genere non binario. Una persona pansessuale può sentirsi attratta dalle persone cisgender, transgender e agender.

TRANSESSUALI

Persone che avviano un percorso di transizione, psicologico e medico.

ETEROSESSUALI

Persona che si sente attratta da persone del sesso opposto al proprio.

CISGENDER

Persona che si riconosce nel proprio sesso e genere.

AGENDER

Persona che non si riconosce in nessun genere e non lo considerapertanto parte importante della propria identità.

QUEER

Termine-ombrello che si riferisce a persone il cui orientamento sessuale e/o identità di genere differisce da quello strettamente eterosessuale o cisgender.

GENDER fLUID

Termine che si riferisce a persone che navigano in modo fluidotra identità maschile e femminile.

INTERSESSUALI

Termine ombrello che comprende persone con diverse variazioni fisiche riguardanti elementi del corpo considerati sessuali (cromosomi, marker genetici,gonadi, ormoni, organi riproduttivi, genitali, aspetto somatico di genere). Le persone intersessuali hanno quindi caratteristiche sessuali di entrambi i sessi. Si tratta di una variante e NON di una malattia.

ASESSUALI

Persona dall’ orientamento sessuale caratterizzato dal non sentire attrazione sessuale per nessuno, a prescindere dal genere. Il termine non descrive ciò che un individuo decide di fare, bensì quello che prova. Le persone asessuali possono essere fortemente stigmatizzate in un contesto culturale ipersessualizzato.

AROMANTIC*

Persona che fatica a sviluppare un legame emotivo di carattere romantico.

NEUTRO

Identità di genere non binaria che si colloca al di fuori dell’ ombrello genderqueer o transgender.

CROSSDRESSER

Persona che assume un ruolo di genere diverso dal proprio sesso biologico (vestiario, atteggiamenti, ecc.), indipendentemente dal proprio orientamento sessuale o identità di genere.

DRAG QUEEN/DRAG KING

Forma di espressione artistica in cui le persone indossano costumi molto appariscenti e ricercati, spesso appartenenti a un genere diverso dal proprio. Non ha implicazioni sull’identità di genere.